Il compagno di Cléopa

EMMAUS: ARRIVI E PARTENZE

don Sergio Carettoni

Un invito ad incamminarsi, a non restare a capo chino a problematizzare, a puntare il dito su ciò che manca o non va come ci si sarebbe aspettati. Cogliere un invito imprevisto, di fronte a progetti e piani che sono saltati in aria, di fronte a promesse che si sono rivelate inattese… Ci vuole coraggio, forse incoscienza a seguire Cléopa, ma almeno è rialzare lo sguardo, rimettere un piede dopo l’altro e un altro ancora verso una destinazione precisa. Allora, chi seguira Cléopa? Sarà l’inizio di un piccolo cammino a puntate per riscoprire il tema spirituale del discepolato e dell’apostolato.

Continua a leggere “Il compagno di Cléopa”

Catechesi: è tempo di conversione

UNA CATECHESI D’INIZIAZIONE SOSPESA SULL’ABISSO

Fabrizio Carletti

In un precedente articolo ho condiviso una riflessione sul cambio d’epoca. Sottolineavo come  “quando riflettiamo sul futuro e sui passi da compiere ci è chiesto di accettare che questi non possono essere più solo determinati dalle conoscenze e dalle risorse intellettuali che oggi possediamo. Si è venuta a creare una frattura epistemologica di fondo. La conoscenza non avviene più per accumulo, perché il quadro di riferimento è profondamente mutato, viene meno un processo lineare. Capite l’implicazione sul piano educativo e della trasmissione della vita? Non è sufficiente un approccio ereditario che consegna all’altro le istruzioni per vivere (addestramento/training/formazione)”. Proviamo a tradurre questo nell’ambito di una prassi ecclesiale specifica, la pratica della catechesi d’iniziazione rivolta ai fanciulli.

Continua a leggere “Catechesi: è tempo di conversione”

Sport, oratori e pandemia

ALZARSI DALLA PANCHINA E CAMBIARE PARTITA

Roberto Mauri

Una risposta all’articolo uscito il 21 febbraio su Avvenire dal titolo “La pandemia educativa. Sport e oratori messi in panchina” dove sembra emergere una preoccupazione a racimolare denaro dallo stato per tenere in piedi un approccio allo sport in oratorio che non sembra più rispondere alle esigenze pastorali attuali.

Continua a leggere “Sport, oratori e pandemia”

CHIESA POST. Diario dal futuro

E’ USCITO IL NOSTRO NUOVO ROMANZO PASTORALE SULLA CHIESA VISTA DAL FUTURO

Fabrizio Carletti

Siamo felici di condividere la pubblicazione dell’ultimo libro scritto dal Centro Studi Missione Emmaus. Il nostro secondo romanzo pastorale dopo ‘Parrocchia Affittasi’. In questo articolo vogliamo condividere ciò che ci ha ispirato e quali riflessioni sulla Chiesa porta con sé.

Continua a leggere “CHIESA POST. Diario dal futuro”

Per una Quaresima impertinente

NON COME TEMPO DI MORTIFICAZIONE MA DI LIBERAZIONE

Stefano Bucci, Fabrizio Carletti

Desideriamo introdurci alla Quaresima offrendo alcuni spunti pastorali, insieme ad alcune considerazioni volutamente provocatorie. Affondi visionari – non osiamo chiamarli profetici – per augurare a tutti di vivere un tempo scomodo, che scandalizzi, che ci sorprenda e ci costringa a perdere il controllo sulle situazioni, le sicurezze accumulate. Che ci porto a metterci in ricerca non da soli ma, attraverso lo Spirito, insieme alle comunità in cui operiamo.

Continua a leggere “Per una Quaresima impertinente”

Abitare l’abisso

COS’E’ E COME ABITARE UN CAMBIAMENTO D’EPOCA

Fabrizio Carletti

Condivido la relazione che ho tenuto il 30 gennaio per la Fondazione Accademia della Diocesi di Sassari sul tema del cambio d’epoca. L’itento è di aiutare a comprendere la portata profonda di questa tesi che a parole abbiamo acquisito (e forse già addomesticato), ma che ci chiede un procedere profondamente diverso in termini di discontinuità e non linearità.

Continua a leggere “Abitare l’abisso”

Pastorale alla Fosbury?

PER PROVARE A VINCERE LA “SCOMMESSA CATTOLICA”

Roberto Mauri

Il ‘salto alla Fosbury’ come esempio di cambio di paradigma, passare da una visione del mondo data per scontata, ad una nuova visione che rimette in discussione le certezze acquisite. Una metafora per la pastorale, per capire se sarà in grado di superare l’asticella dell’evangelizzazione che ha di fronte e che oggi la sfida in modo nuovo.

Continua a leggere “Pastorale alla Fosbury?”

Oratorio diffuso

PASTICCIONI O PASTICCIERI?

don Luca Ciotti

Accogliamo il contributo di don Luca Ciotti, parroco di una comunità pastorale sul lago maggiore, già responsabile diocesano ambrosiano di Az Catt. Ragazzi. Un racconto prezioso, diremmo un segno, di come di fronte ad una emergenza o una crisi si possa mettere in atto un modello pastorale antifragile, in chiave profetica e generativa.

Continua a leggere “Oratorio diffuso”

Ri-nascere (dall’altro)

UNA METAFORA PER RIFLETTERE SULL’OGGI DELLA CHIESA

Stefano Bucci

In questi giorni vivo in prima persona l’esperienza straordinaria del diventare papà. Essa è manifestazione significativa per l’esperienza della fede e può divenire metafora eloquente per riflettere sull’oggi della Chiesa. Prendendo spunto da espressioni e atteggiamenti che la caratterizzano condivido in questo articolo alcuni passaggi che prospettano qualche luce sul presente e aiutano a leggere l’oggi come una radicale ri-nascita ecclesiale e a vivere con serenità e libertà le strettoie da cui certamente si dovrà passare per continuare a vivere la novità del Vangelo.

Continua a leggere “Ri-nascere (dall’altro)”

Liberate Gaudium

COME LIBERARE IL CAMBIAMENTO PASTORALE

Centro Studi Missione Emmaus


Ad inizio ottobre come team avevamo condiviso una riflessione dal titolo ‘In quello stesso giorno… Liberare il cambiamento pastorale’, consegnando alcune porte da attraversare per una ripartenza pastorale fruttuosa. Siamo tornati su quella riflessione anche alla luce di una situazione pastorale che al tempo non ci si aspettava. Quindi rilanciamo, all’inizioo di questo Avvento un piccolo manifesto per non restare alla porta, ma avere il coraggio di Maria e Giuseppe di saper lasciare per accogliere il nuovo.

Continua a leggere “Liberate Gaudium”

Non contempliamo i tramonti

PICCOLE RIFLESSIONI PER UNA CHIESA SENTINELLA

Fabrizio Carletti

Sulla scia di articoli precedenti, un invito in questo tempo a riflettere sulla Chiesa come sentinella, che attraversa la notte per attenedere l’aurora. Un attesa non passiva ma attiva, che chiede un vero e proprio cammino che questo tempo sembra invitarci a compiere. Si tratta di una breve riflessione condivisa con tutti gli operatori pastorali della Curia della Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla.

Continua a leggere “Non contempliamo i tramonti”

#DIRETTAMENTEAEMMAUS

8 INCONTRI ONLINE PER APPROFONDIRE QUESTO TEMPO INSIEME

Centro Studi Missione Emmaus


Il Centro Studi vi propone 8 dirette tramite i canali Facebook e YouTube, per affrontare 8 diversi temi che oggi interpellano la pastorale e la vita ecclesiale. Temi specifici, concreti, dove non limitarsi ad un’analisi ma intravedere opportunità di cammino.

Continua a leggere “#DIRETTAMENTEAEMMAUS”

E’ tempo di avventi più che di eventi

PERCHE’ QUESTO AVVENTO NON SIA UN TEMPO DI ATTESA MA UN TEMPO ATTESO

Fabrizio Carletti

Propongo una riflessione che ieri sera ho avuto modo di condividere con gli amici del Centro Oratori Romani, che stanno intraprendendo un importante e significativo processo di cambiamento pastorale. Una riflessione che ci introduce al tempo di Avvento come tempo opportuno per promuovere segni di rinascita e di liberazione. 

Continua a leggere “E’ tempo di avventi più che di eventi”

E’ questo il tempo delle domande giuste

LIBERARE NUOVI PARADIGMI PASTORALI

Stefano Bucci

Oggi, in un contesto di incertezza e profondo cambiamento, è importante porsi le domande ‘giuste’ per discernere nuove opportunità per il Vangelo. In questo articolo verranno condivisi alcuni risultati delle nostre ricerche nel territorio ecclesiale italiano, in relazione ai modelli di Chiesa prevalenti, alias paradigmi pastorali, che influenzano la lettura della realtà, le scelte, i modelli relazionali e comunicativi, le richieste e i bisogni interni alle comunità.

Continua a leggere “E’ questo il tempo delle domande giuste”

‘Scioglietelo e lasciatelo andare’

ELABORARE IL LUTTO PASTORALE IRRISOLTO

Roberto Mauri

Tutti conosciamo il brano di Lazzaro (Gv. 11,1-53) e la sequenza narrativa che culmina nella sua liberazione dal sepolcro. Al di là e senza nulla togliere alle interpretazioni esegetiche e riflessioni teologiche, vorremmo proporre una lettura della vicenda di Lazzaro come metafora delle attuali difficoltà da parte della pastorale di elaborare il lutto della perdita dei tradizionali riferimenti e l’inadeguatezza dei modelli impiegati.

Continua a leggere “‘Scioglietelo e lasciatelo andare’”